Al momento i media affermano che la disoccupazione italiana si aggira attorno all’11% ma non spiegano come questo dato viene calcolato. In realtà 11% è il tasso di DISOCCUPAZIONE UFFICIALE, che differisce dal tasso di DISOCCUPAZIONE REALE il quale è molto più alto. Il tasso di disoccupazione “ufficiale” non comprende gli inattivi (cioè persone che non lavorano) che non cercano attivamente lavoro ma che sono disponibili a lavorare nell’immediato, e quelli che cercano lavoro non attivamente ma che sono disponibile a lavorare. Il tasso di occupazione infatti è pari al 57.5%. Il che significa che secondo la logica la disoccupazione reale si dovrebbe aggirare intorno al 42.5%. Gli italiani sono 60 milioni, escludendo anziani e bambini rimangono 40 milioni. Il 42.5% di 40 milioni sono 17 milioni. Gli altri partiti vi promettono 100 mila posti di lavoro in più se vanno al governo. Noi ve ne daremo 17 milioni.