IL PROGRAMMA

Il Programma di DV spazia su tutti i settori fondamentali della vita del cittadino: sanità, istruzione, etc. cercando di migliorare i diritti essenziali e inserirne di nuovi per garantire ad ogni italiano una vita felice e degna di essere vissuta. Il Programma è in continuo aggiornamento, gli attivisti possono suggerire sempre nuove proposte o modificare quelle attuali. Per una navigazione più veloce delle proposte di legge puoi cliccare le seguenti voci:


SEZIONI

Economia
– Ambiente
Energia
Scuola e Istruzione
– Diritti, Servizi e Infrastrutture
– Internet, Media e Informazione
– Giustizia, Sicurezza e Lotta alla Criminalità
– Sanità e Ricerca
Investimenti e Innovazioni
Difesa
Politica Estera
Pensioni
Immigrazione
– Parità di Diritti
Animalismo
Turismo
Tagli alla Casta

APPROFONDIMENTO: Come applicare le Proposte

Per capire come applicare le nostre proposte di legge è di fondamentale importanza comprendere a pieno il modo con cui intendiamo ottenere la ricchezza finanziaria necessaria. L’assunto principale di qualsiasi programma politico, e che sfugge alla maggioranza degli elettori, deve essere che la vita umana nel suo complesso – dalla sopravvivenza della specie, ai Diritti dell’uomo, e fin nella sfera affettiva personale – è possibile solo se gli umani godono dei mezzi economici per vivere liberi e sicuri.

Popoli che vivano in stati di povertà, guerra, o anche solo di continua precarietà economica, vengono costretti alla servitù e impossibilitati nel condurre la vita secondo libertà e dignità.

La presa di posizione economica di DV, che ha la priorità cronologica, è incentrata sulla Mosler Economics-Teoria Monetaria Moderna (ME-MMT), che dimostra com’è possibile ottenere una sana economia con piena occupazione, pieni servizi e pieni diritti tramite un uso corretto della politica monetaria e fiscale. La ME-MMT garantisce le seguenti basi primarie della vita dello Stato:

A) ESSO SARA’ SOVRANO NELLE LEGGI, NELL’EMISSIONE DELLA MONETA, NELLA COSTITUZIONE.

B) ESSO POTRA’ GARANTIRE SEMPRE ALMENO LA RICCHEZZA INTERNA NECESSARIA A LIBERTA’ E DEMOCRAZIA.

C) ESSO NON POTRA’ MAI ESSERE AGGREDITO E PIEGATO DA ATTACCHI SPECULATIVI O CRISI BANCARIE E FINANZIARIE ESTERNE, DA CUI POTRA’ SEMPRE DIFENDERSI NEL PUBBLICO INTERESSE.

D) ESSO AVRA’ SEMPRE I MEZZI ECONOMICI PER PERSEGUIRE IL PUBBLICO INTERESSE NAZIONALE.

Il programma di riferimento è il Piano di Piena Occupazione ME-MMT e il documento Non eravamo i PIIGS, Torneremo Italia, redatti dal giornalista Paolo Barnard su istruzione di economisti internazionali come Warren MoslerMathew Forstater e Alain Parguezi fondatori della sopraccitata scuola della ME-MMT.

Questi economisti hanno raccolto un secolo di autorevole tradizione economica per l’Interesse Pubblico a partire da Knapp, Keynes, Kalecki, Minsky, Caffè, adattandola ai tempi odierni.


(torna su)





ECONOMIA

« Per il flagello della disoccupazione il governo armeggia con mezze misure, rifiutandosi ancora di divenire Datore di Lavoro di Ultima Istanza. Chiede alla comunità economica di risolvere i problemi qualificando i passati fallimenti come successi. »
Martin Luther King

La sovranità monetaria è la base fondamentale del nostro programma economico. Un governo che faccia uso di una valuta nazionale, ma sovrana – non convertibile – liberamente scambiabile sui mercati, può emettere a piacimento ricchezza finanziaria accreditando al netto conti correnti nel settore privato, senza doversi indebitare con enti esteri e usando a sua discrezione i titoli di stato. Il programma economico di DV è basato principalmente sulla Teoria della Moneta Moderna, conosciuta altresì come Mosler Economics Modern Money Theory o più semplicemente ME-MMT, politica economica portata in Italia dal giornalista Paolo Barnard e bandita fondamentalmente da tutti gli altri partiti italiani, che perseguono invece politiche neoliberiste della destra finanziaria.

 

13263682_261273280894340_7963068929746902740_nEULTIMATUM (Ultimatum all’UE per Piena Occupazione e Sovranità Monetaria) Democrazia Verde vuole proporre un Ultimatum all’Unione Europea, chiedendogli di inserire nella Costituzione UE  (aka Trattato di Lisbona e Trattato di Maastricht, nonché Fiscal Compact) parametri più alti concessi ai deficit di bilancio degli Stati membri (cioè maggior spesa pubblica) per il perseguimento della Piena Occupazione, tramite la creazione di Programmi di Lavoro Garantito, e per investimenti su larga scala nei settori chiave dell’economia, fra cui infrastrutture, salute, istruzione, ricerca, ambiente e previdenza sociale. Come afferma l’economista Warren Mosler “la disoccupazione è un crimine contro l’umanità”. Il Programma Memmt, stilato da numerosi economisti di calibro internazionale, illustra come ottenere la piena occupazione e gli altri obiettivi citati tramite politiche espansive senza causare inflazione. L’Ultimatum all’UE ha un valore simbolico, in quanto i fondatori di DV sono convinti che l’UE sia stata strutturata dai suoi fondatori col fine di creare un’istituzione tecnocratica sovranazionale che agisse interamente negli interessi di banche, multinazionali e finanza speculativa.In caso di risposta negativa della Commissione Europea, DV creerà un decreto legge per recuperare la Sovranità Monetaria italiana e inizierà un programma di Piena Occupazione assieme agli obiettivi centrali per un’economia salva vite e salva nazione.

eliminare-il-pareggio-di-bilancio-dalla-costituzioneEliminare il Pareggio di Bilancio dalla Costituzione Per usare le parole di Bersani, esponente del PD, “pareggio di bilancio vuol dire castrare l’economia italiana”. Ragione ha ragione, peccato che un anno dopo l’ha approvato.Ilpareggio di bilancio significa che lo Stato tassa esattamente quanto spende, lasciando nel settore privato zero risparmi ed una liquidità talmente scarsa da causare un repentino aumento della disoccupazione, dimezzamento degli stipendi, fallimento di centinaia di migliaia di piccole medie imprese, privatizzazioni selvagge, tagli disumani a sanità, assistenza, previdenza sociale e istruzione.Il pareggio di bilancio inoltre non solo causa in una Nazione una devastazione economica e sociale seconda sola a quella provocabile da una guerra, ma favorisce anche la monopolizzazione del mercato:
1) l’aumento della disoccupazione e il deflazionamento degli stipendi creano masse di lavoratori low-cost esattamente come in paesi come la Cina o la Cambogia: una manna per le grandi multinazionali.
2) il crollo dell’economia con fallimenti in massa delle piccole medie imprese (PMI) elimina la concorrenza alle multinazionali e favorisce l’acquisizione da parte di stranieri del know how di prestigio delle PMI italiane a prezzi stracciati.
3) lo Stato è costretto a svendere servizi di pubblica utilità con enorme lucro da parte di coloro che li monopolizzeranno a causa dell’insensato obbligo imposto dalla UE di appunto ridurre il deficit pubblico (che è la ricchezza dei privati). Adottando una valuta nazionale a tassi di cambio variabilidopo essere uscita dall’Eurozona a causa del prevedibile rifiuto di Bruxelles di adottare la prima proposta di DV di cui sopra,  l’Italia non avrà più nessun vincolo e potrà finalmente adottare un deficit positivo di bilancio per finanziare e far crescere il settore privato. Va inoltre ricordato che l’inflazione non dipende dal livello di spesa governativa ma solo da quella parte di spesa che non va a finanziare direttamente la crescita economica, e per eliminare questo tipo di spesa infruttuosa abbiamo dedicato la proposta sul Programma di Lavoro Garantito e programmi di finanziamento statale delle infrastrutture essenziali per la crescita. Con il Pareggio di Bilancio nella Costituzione abbiamo, per la prima volta, una contraddizione nel testo fondamentale dello Stato. Abbiamo un articolo che sostiene una cosa e un altro articolo che sostiene l’esatto opposto. Articolo 47 e Articolo 81. Uno spiega che la Repubblica deve incoraggiare il risparmio privato, l’altro che lo Stato garantisce il pareggio di bilancio. Sono due cose opposte. L’Italia è l’unico Paese dell’Unione Europea ad aver messo questo abominio economico nella Costituzione. Democrazia Verde dice basta.


programma-di-lavoro-garantitoProgramma di Lavoro Garantito (PLG)
La risorsa più grande non è il petrolio, ne l’alluminio, ne il grano, ma il lavoro: è grazie al lavoro degli italiani che l’Italia è entrata nel G7 negli anni ’70 nonostante sia partita vent’anni prima da una situazione di totale distruzione post bellica e nonostante la quasi totale mancanza di risorse naturali.I costi diretti e indiretti della disoccupazione son una fra le più importanti voci sul bilancio statale al quale tuttavia non corrisponde una crescita economica. Si pensi che l’odierna disoccupazione Italiana impostaci dei Trattati UE, costa al Paese, secondo l’autorevole Teorema di Okun, almeno 300 miliardi di euro all’anno di produzione perdutaUna enormità. I fondi che invece l’Italia di oggi dedica a tamponare questa catastrofe potrebbero benissimo essere indirizzati, assieme ad altri fondi di governo, in un programma di lavoro garantito atto a realizzare e mantenere un livello di disoccupazione prossimo allo zero per cento. In questo modo tale spesa invece che essere infruttuosa andrebbe a finanziare la crescita economica e fornirebbe una garanzia di salario per ogni cittadino con una evidente innumerevole quantità di benefici. La differenza fondamentale fra il Programma di Lavoro Garantito proposto da DV e i tanto chiacchierati ‘redditi di cittadinanza’ è che primo, il Programma di Lavoro Garantito, impiega il 100% dei disoccupati i quali PRODURRANNO ECONOMIA REALE, al contrario dei ‘redditi di cittadinanza’ che non creano lavoro, e secondo questi ultimi sono pochi spiccioli che non producono nulla di materiale o di servizi, e rischiano anzi di aumentare l’inflazione (soldi dati senza una equivalente produzione di beni). 
Con il Programma di Lavoro Garantito lo Stato non entrerà in competizione con i privati ma:
1) stabilirà il livello minimo salariale
2) assumerà di più nei periodi di crisi, ovvero quando le aziende falliscono, e favorirà invece il passaggio dei lavoratori verso il settore privato, ma mano che l’economia ricresce grazie alla produzione e spesa nell’economia dei neo-impiegati dallo Stato. 
3) Gli impiegati nel PLG verranno convogliati preferibilmente verso settori che non entrino in competizione con il settore privato come il no profit e l’economia green.Inoltre considerando il livello di automazione raggiunto in determinati settori produttivi, come la metalmeccanica, gli impiegati del PLG verranno convogliati anche verso il settore dei servizi che tra l’altro è uno dei più importanti indici di qualità della vita. Il PLG farà sì che il mercato di lavoro italiano arrivi ai primi posti nel mondo tra quelli più sicuri per gli investitori, come ad esempio è stato per la Finlandia che prima dell’euro per decenni è stata sul podio grazie proprio all’alto livello di Stato Sociale e investimenti pubblici. Si ricorda ai non esperti che la legge primaria dell’investitore internazionale è il denaro va là dove cresce l’occupazione”, come testimoniato dai maggiori studi finanziari del mondo.

Piena Occupazione nella Costituzione Come sosteneva già Martin Luther King più di cinquanta anni fa è necessario che lo Stato diventi Datore di Lavoro di Ultima Istanza. L’art 4, 35 e 38 fanno presumere ampiamente che lo Stato italiano debba perseguire la piena occupazione. La disoccupazione dev’essere sconfitta, non esistono scuse per un Paese emettitore della sua moneta, ma soprattutto di nuovo sovrano nel Parlamento come sarebbe l’Italia che abbandona lo strangolamento dell’Unione Monetaria coi suoi Trattati ‘economicidi’. Il benessere dei cittadini deve venire prima di ogni cosa, gli unici a perdere dalla piena occupazione sono le multinazionali e i colossi finanziari.

13895484_295806894107645_69005672059279421_nRinominare “Debito Pubblico” in “Ricchezza Pubblica (o CMTI)” Il debito pubblico non è più un vero debito dal 1971, ovvero dall’abolizione mondiale del sistema gold standard. Il debito pubblico in realtà corrisponde alla ricchezza dei cittadini, non ad un vero debito da ripagare. Questa nozione appare assurda al lettore inesperto, proprio perché il termine ‘debito’ è sempre stato falsamente associato alle operazioni di spesa di Stato. La gente oggi associa in automatico la spesa del governo all’idea che quella spesa dovrà poi essere ripagata dalla gente stessa come ‘debito’ di tutti i cittadini. Ciò non solo è falso, ma va addirittura capovolto. La sopraccitata ME-MMT, in decenni di studi da parte di giganti dell’economia mondiale, dimostra che lo Stato sovrano nella moneta (quindi non l’Italia di oggi che adotta una valuta, l’euro, non sua), crea la moneta dal nulla (come ai tempi della Lira o come il Dollaro in USA) ACCREDITANDO i conti correnti di cittadini e aziende attraverso il Ministero del Tesoro e la Banca Centrale. LA SPESA PUBBLICA (cosiddetto debito pubblico) crea ACCREDITI E NON DEBITI in cittadini e aziende. E’ facile da capire: lo Stato fa spesa pubblica pagando salari ai medici pubblici: quei medici ricevono UN ACCREDITO in banca, NON un debito, essi non dovranno restituire lo stipendio con interessi a nessuno. Lo Stato fa spesa pubblica creando infrastrutture per le aziende (banda larga, porti, tribunali amministrativi efficienti ecc..): quelle aziende riceveranno benefici economici, NON debiti da restituire con interessi allo Stato. Ecco perché la parola “debito” associata alla spesa di Stato è fuorviante. Perciò, per una maggiore chiarezza, il termine debito pubblico andrebbe rinominato in “Ricchezza al Netto del Settore di Cittadini e Aziende”, come proposto oltre 20 anni fa dall’economista Warren Mosler.

Valute Locali Complementari DV propone a livello locale la creazione di monete complementari che possano fungere da palliativo fintanto che la sovranità monetaria non sarà ristabilita. Esempi di riferimento in Italia possono essere quelli che riguardano l’Arcipelago Scec e SIMEC.


IL PROGRAMMA ECONOMICO DI DV HA ACCENNATO FIN QUI SOLO ALCUNI PUNTI FONDANTI, MA PER UNA VISIONE COMPLETA DELLA PARTE ECONOMICA DEL NOSTRO PROGRAMMA VI RIMANDIAMO AL DOCUMENTO “NON ERAVAMO I PIIGS, TORNAREMO ITALIA” QUI —-> Non eravamo i PIIGS, Torneremo Italia

APPROFONDIMENTO: Cosa sono, e a cosa servono le TASSE

Il cittadino, che ha appena appreso quanto sopra, deve capire esattamente cosa sono e a cosa servono le tasse. Spesso l’elettore che ha compreso che la Spesa pubblica NON E’ il debito di famiglie, figli o aziende, ma è un ACCREDITO ad essi, obietta che però poi lo Stato si riprende quegli accrediti sotto forma di tasse. Per cui alla fine è come se il cittadino fosse indebitato con lo Stato. Che questo accada oggi a causa del Pareggio di Bilancio in Costituzione sotto i diktat della UE è vero, ma è un’aberrazione economica assolutamente NON NECESSARIA se, come sostiene DV, l’Italia tornasse alla sua sovranità parlamentare e monetaria. Ecco perché. L’idea che siano le tasse dei cittadini a finanziare lo Stato e la spesa pubblica è totalmente falsa e logicamente assurda. Chiedetevi: dove li prendono i cittadini i denari per pagare le tasse allo Stato? Risposta: dallo Stato, che è l’unico a poter creare denaro (le banche non creano denaro ‘al netto’ o ‘nuovo’; esse fanno circolare somme create in origine dallo Stato e nei loro bilanci e che poi, in un complesso meccanismo di prestiti-debiti-interessi, si auto-annullano nei bilanci bancari). Ribadiamo: i cittadini pagano allo Stato le tasse col denaro creato IN PRIMA ISTANZA dallo Stato stesso. Quindi quando paghiamo le tasse noi restituiamo al governo denaro che lui ci aveva già dato. Come è possibile quindi che siamo noi cittadini a FINANZIARE LO STATO se semplicemente gli ridiamo una quota dei soldi che lui ci aveva già dato? Sarebbe come credere che sono i verdurai a dare la frutta ai frutteti affinché cresca sui rami. Assurdo. Se ne desume che lo Stato tassa gli ATTIVI che ha creato in cittadini e aziende con la spesa pubblica PER ALTRI MOTIVI, e che quindi di nuovo quegli attivi di cittadini e aziende NON sono un debito che essi devono ripagare allo Stato.Lo Stato ci tassa sottraendoci parti di quegli attivi per 4 ragioni principali: 1) Per drenare liquidità se nel Paese vi sono troppi attivi (denaro) e troppa poca produzione, evitando quindi l’inflazione, che capita se la gente ha troppi soldi da spendere a fronte di meno cose o servizi prodotti. 2) Per evitare che oligopoli privati accumulino masse di denaro talmente alte da divenire ‘Stati’ dentro lo Stato. 3) Per costringere i cittadini di quella nazione a usare la moneta dello Stato, perché se essi potessero pagare le tasse con altre monete essi potrebbero dismettere del tutto la moneta di Stato. 4) Per – nel caso in cui il governo CALI le tasse – aiutare l’economia in difficoltà a respirare e a riprendersi.Questi sono i motivi per cui uno Stato sovrano tassa i cittadini. E di nuovo si dimostra che la spesa pubblica che diventa un attivo di cittadini e aziende non viene tassata perché “cittadini e aziende devono restituire il debito pubblico (che come detto non è un loro debito).Da ciò si desume anche un altro assunto incontrovertibile: avendo provato che lo Stato non necessita delle tasse per poter spendere, si può affermare che lo Stato può in teoria fare la spesa pubblica anche in totale assenza di tasse. E questo ci apre, secondo la ME-MMT, un capitolo fondamentale: LO STATO E’ IN GRADO DI DETASSARE CITTADINI E AZIENDE quasi a zero se l’economia è in grave crisi, aiutandoli così a risorgere. Un esempio fra i tantissimi sarebbe l’abolizione a zero del cuneo fiscale per un periodo di anni, fino alla risoluzione della crisi delle aziende e dell’occupazione nel settore privato italaino.

APPROFONDIMENTO: Il controllo del sistema bancario e finanziario nel Pubblico Interesse

La ME-MMT ci dimostra che, essendo lo Stato sovrano il MONOPOLISTA DELLA MONETA, cioè l’unico in grado di crearla dal nulla e quasi senza limiti, esso si può definire come il Finanziatore di Prima Istanza di cittadini e aziende. Il sistema bancario e finanziario devono essere, nel Pubblico Interesse, i Creditori di Prima Istanza che aiutano l’economia a progredire. Ogni altro ruolo di banche e finanziarie che non rivesta tale scopo deve essere eliminato, in virtù di quasi un secolo di comprovati disastri globali che esse hanno causato. Si sappia che il Parlamento è di fatto il regolatore e garante delle banche, per cui esso ha il pieno diritto di regolamentarle nel Pubblico Interesse, fino ad acquisire quelle che hanno avuto comportamenti scellerati in caso di crisi, tutelare i risparmiatori, e poi ricavarne ogni futuro utile a compensazione dell’opera di ‘salvataggio’, prima di ri-privatizzarle. La ME-MMT prevede un chiaro percorso in questo senso basato sul principio che ribadiamo: tutte le istituzioni finanziarie operino sempre nel Pubblico Interesse. Mai più terremoti speculativi e truffe ai risparmiatori.

APPROFONDIMENTO: Gli investimenti su macroscala e una visione del futuro

Una volta liberato dagli assurdi e delittuosi vincoli imposti dall’iniqua struttura dell’Unione Europa (per riferimenti alla natura anti democratica e fraudolenta del costrutto UE si legga Il Più Grande Crimine qui…), lo Stato italiano, libero di operare appunto come Finanziatore di Prima Istanza senza più il falso mito del debito pubblico, può lanciare una massiccia campagna di investimenti per far prosperare il settore privato di cittadini e aziende. Sotto il giogo dell’euro invece questo è impossibile, e persino la Germania oggi registra almeno 15 anni di investimenti stagnanti in Eurozona. Ma aggiungiamo qui una breve nota su una visione del futuro che da sola sarebbe in grado di portare all’Italia una quota notevole di tutta la prosperità di cui necessita. Siamo il Paese con il maggior patrimonio artistico del mondo; abbiamo bellezze naturali uniche; siamo posizionati come geografia e clima in modo favorevole. D’altro canto pochi italiani sanno che ormai nel mondo sviluppato anglosassone e nordico la cultura del biologico, del ‘verde’, e delle energie rinnovabili è diventata predominante, è la scelta prima di milioni di loro cittadini.

Lo Stato che investa massicciamente su un’Italia che valorizzi i propri straordinari luoghi d’arte, la propria natura, alimentazione e turismo in senso ambientalista, biologico, salutista, e globalmente ‘verde’, si vedrebbe piovere addosso masse straordinarie di visitatori dalle nazioni anglosassoni e nordiche.

                                            1.  Ciò, se si pensa all’estensione eccezionale dei nostri patrimoni sopraccitati, darebbe il via a un’industria portentosa che porterebbe nelle casse nazionali diversi punti di PIL nell’ordine delle decine di miliardi di euro annui, e ci consentirebbe di dismettere altri comparti industriali inquinanti, non competitivi, dove si è costretti ad abbattere i salari per competere con l’estero; e tutto ciò riciclando ogni singolo posto di lavoro così perduto in questa nuova industria ‘verde’, per non parlare dei nuovi posti che questa visione d’investimenti creerebbe.


(torna su)




AMBIENTE

« La cura per l’ambiente non è un movimento o un’ideologia è il nostro prossimo gradino evolutivo (…) Perché l’uomo è un animale con una nicchia ecologica particolare da salvaguardare: L’intero pianeta Terra. »
― Daniel Goleman

« Più della metà delle colture vegetali del mondo vengono utilizzate per nutrire gli animali, non le persone. »
― UNEP (ONU) Assessing the Environmental Inpacts of Consuption and Production 2010

« Allo stato attuale, la produzione agricola mondiale protrebbe facilmente sfamare 12 miliardi di persone. Da un altro punto di vista, si potrebbe equivalnetemente dire che ogni bambino che oggi muore per denutrizione viene di fatto ucciso. »
― Prof. Jean Ziegler (ONU) Special Rapporteur on the Right to Food

Democrazia Verde vuole che l’Italia diventi il primo Paese ad aver eliminato il proprio debito ecologico. Questo obiettivo può essere raggiunto perseguendo tali punti salienti:

Contenimento e Limiti della Produzione di Rifiuti Elettronici Contrastare le pratiche di “obsolescenza programmata”, al fine di tutelare il consumatore, permettendo una leale concorrenza di mercato, tutelare l’ambiente, minimizzare la produzione di e-waste e smaltimento, creare posti di lavoro legati alla manutenzione-riparazione e riciclo di beni di consumo di natura elettronica.

Trasformazione di Plastica in Carburante L’azienda ligure della Demont ha creato un impianto capace di riciclare la plastica in carburante. Questa invenzione verrà utilizzata per alimentare i trasporti pubblici, abbandonando l’uso degli inceneritori e il conseguente spargimento di diossine nell’aria.

Azzeramento IVA su prodotti vegetali Con il fine di incentivare e facilitare il consumo di prodotti vegetali proponiamo l’azzeramento dell’IVA di questi prodotti. Molti prodotti vegetali subiscono un rincaro a causa della provenienza extra-nazionale, che accresce inevitabilmente il prezzo finale. Con l’azzeramento dell’IVA si renderebbe il mercato alimentare italiano più variegato, accessibile e salutare.

Abolire Allevamenti Intensivi Gli allevamenti intensivi sono responsabili per il 18% delle emissioni di gas serra, più di tutto il settore di trasporti messo assieme. Oltre a non essere una realtà ecosostenibile, causano un così forte stress agli animali da presentarsi vere e proprie forme di cannibalismo (per  via degli spazi stretti tipici degli allevamenti intensivi) oltre che malattie gravi e deformazioni − pericolose anche per l’uomo. Perciò tali malattie vengono trattate con antibiotici, infatti più del 70% di antibiotici prodotti al mondo finisce negli allevamenti intensivi; questo causa l’antibiotico-resistenza negli umani, una seria minaccia per la salute pubblica.

Fermare l’innalzamento del mare Se il riscaldamento globale continuerà ad influenzare gli equilibri degli oceani, il livello del mare si innalzerà inevitabilmente a causa della maggiore temperatura e dello scioglimento dei ghiacciai. Attualmente le stime parlano di un aumento del livello del mare medio globale di circa 2 m entro il 2100; tuttavia questo innalzamento non sarà uniforme: si presenterà maggiormente in alcune aree piuttosto che in altre. Le previsioni per quanto riguarda l’Italia, specialmente l’area di Venezia (della costa mediterranea in generale), risultano particolarmente preoccupanti. Se il tasso di innalzamento delle temperature rimane invariato, tra qualche secolo l’Italia rischia di avere molte città sommerse per sempre.

Migliorare il reato ambientale Modifica della legge sui reati ambientali “legge 22 Maggio 2015” eliminando il termine “abusivamente”, e inasprendo le pene per quanto riguarda l’Inquinamento innalzandole dai 6 ai 10 anni di carcere contro quelli già previsti che vanno dai 2 ai 6 anni.

 

(torna su)




ENERGIA

« Lo spazio necessario all’energia solare è in realtà molto ridotto: basterebbe una piccola area della Spagna per coprire il fabbisogno di tutta l’Europa. In un’ora il Sole irradia il pianeta con più energia di quella che l’uomo consuma in un anno intero. »
― Elon Musk

Verso un’energia pulita nazionale  Vi presentiamo DESERTEC, un progetto che dimostra come attraverso la sola energia solare si riesca a soddisfare il fabbisogno energetico di tutto il pianeta. Infatti in sole sei ore, arriva nel continente africano una quantità di energia solare pari a quella consumata nel mondo in un anno. DESERTEC, progettato da Carlo Rubbia (premio Nobel per la fisica) afferma che l’utilizzo di anche solo lo 0,3% della superficie del Sahara potrebbe rifornire di energia l’intero continente europeo oltre che la stessa area mediorentale e africana. Gli impianti solari in questione si basano sulla tecnologia solare termodinamica; non si tratta pertanto di fotovoltaico. Democrazia Verde propone sostanziosi incentivi a progetti come il DESERTEC, col fine ultimo di sostituire le fonti energetiche odierne con quelle rinnovabili, intraprendendo un cammino verso una forma di energia pulita nazionale.

Incentivare il Geotermico Grazie al suolo vulcanico l’Italia potrebbe arrivare a coprire almeno 1/10 dell’intera produzione elettrica nazionale. È quanto emerge dall’Università Parthenope e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Igev) a cui partecipano ricercatori internazionali, aziende e il Gruppo informale Geotermia e ambiente (Giga). A mancare, finora, è stata la progettazione e la volontà politica di sfruttare il calore del sottosuolo a favore di salute, ambiente e territorio.

Stop Investimenti a Combustibili Fossili L’Irlanda ha già proposto un disegno di legge per eliminare tutti gli investimenti sui combustibili fossili (non verrà più stanziato denaro pubblico in favore dell’energia fossile). Ciò significa che nei prossimi cinque anni 8 miliardi di eurodi fondi per i combustibili fossili verranno cancellati; il deputato Thomas Pringle ha dichiarato che “È inaccettabile la politica negazionista delle industrie riguardo al riscaldamento globale, mentre milioni di persone nei paesi sottosviluppati iniziano a patirne gli effetti con carestie ed emigrazione di massa.”


(torna su)




SCUOLA E ISTRUZIONE

« Un Paese che distrugge la sua scuola non lo fa mai solo per soldi, perché le risorse mancano o perché i costi sono eccessivi. Un Paese che demolisce l’istruzione è già governato da quelli che dalla diffusione del sapere hanno solo da perdere. » ― Italo Calvino

Aumento degli investimenti nell’Istruzione Istruzione vuol dire futuro. Gli ultimi governi hanno attuato tagli ingenti al sistema scolastico. Si deve provvedere perciò ad un rilancio effettivo: in un periodo di crisi è proprio l’istruzione che può diventare uno strumento efficace; non solo per una rinascita intellettuale, ma con la presentazione di nuove realtà lavorative e, punto non trascurabile, una maggiore efficenza. Ad esempio, è il caso della Scuola Tecnologica: sono molte le invenzioni recenti che potrebbero migliorare l’apprendimento dei ragazzi, ma la politica attuale non sembra mostrarsi interessata. Noi di Democrazia Verde riteniamo che l’introduzione di prodotti come REMARKABLE possano facilitare le lezioni, oltre a contribuire positivamente sull’ambiente.

Introduzione alla Dialettica come materie di formazione Il saper esprimere concetti ed idee, come la capacità di difendersi dalle manipolazioni linguistiche, è di fondamentale importanza per il funzionamento di una Democrazia effettiva e di una società il cui scopo è di trasformare i conflitti in dibattiti.

Per quanto riguarda l’ambito universitario 1. Giurisprudenza Per la facoltà di giurisprudenza intendeiamo eliminare l’ultimo anno e utilizzarlo virtualmente come anno di pratica per gli studenti, da intendersi quale sostitutivo a quello che farebbero come pratica forense o notarile,  svolgendo mansioni di “ausiliari degli ausiliari del giudice” per migliorare la velocità degli uffici giudiziari. 2. Obiezione di coscienza didattica a) Molti studenti di veterinaria che iniziano gli studi per amore degli animali si trovano verso il 3°/4° anno a dover sostenere l’esame “Lavori pratici nei macelli”, per il quale visitano mattatoi osservando l’uccisione e il terrore degli animali. DV ritiene che sia giusto scindere gli studi in una branca medica e in una di ispezione degli animali a scopo alimentare, rendendo facoltativo l’esame che riguarda la macellazione. Qui un approfondimento. b) L’obiezione di coscienza suddetta deve potersi applicare anche per quanto concerne l’esame di “Entomologia forestale” presso Scienze ambietali, che prevede la cattura e l’uccisione di insetti.


(torna su)





DIRITTI, SERVIZI
E INFRASTRUTTURE

Meno Ore Lavorative e Più Tempo Libero Per gli over 40, lavorare più di 25 ore a settimana sarebbe rischioso. Lo sostengono i ricercatori dell’Università di Melbourne, che hanno sottoposto a test cognitivi 3.000 uomini e 3.500 donne, confrontandone i risultati con le loro abitudini lavorative. Lavorare più di tre giorni a settimana oltre i 40 anni porterebbe a compromettere le capacità mentali, a causa dello stress unito alla fatica fisica e psicologica.

Creazione di Città Ecodigitali (Smart City) Le città futuristiche nei film di fantascienza sono nella maggior parte realtà concretizzabili. La creazione di Smart City è già una realtà in molte parti del mondo. DV intende eliminare completamente gli sprechi, sia di energia, sia di tempo vitale impiegati negli spostamenti e nel traffico, realizzando città come quella del Venus ProjectArtisanopolis.

13423804_270945206593814_3265427984747924175_nAbolizione Canone RAI Il canone Rai non deve più considerarsi una tassa, ma un servizio in abbonamento, dove solo coloro che intendono abbonarsi riceveranno il segnale, mentre chi deciderà di utilizzare altre emittenti (ad esempio satellitari) potranno essere liberi di non vincolarsi alla Rai e, di conseguenza, avranno il segnale oscurato.

Autostrade gratuite L’Italia dovrebbe avere le autostrade gratuite come lo sono in Inghilterra e in Germania. Questo, oltre a sottolineare che la viabilità è un diritto del cittadino, influenzerebbe positivamente l’economia, riducendo il prezzo dei prodotti, in quanto le aziende eliminerebbero dal prezzo finale i costi legati al trasporto.

Abolizione IMU La semplice idea di tassare il risparmio, in nome di un’asserita falsa emergenza, è assolutamente contraria alla nostra Costituzione, che impone che la contabilità dello Stato sia in deficit nel lungo periodo al fine di consentire la creazione di un risparmio diffuso, altrimenti impossibile. In particolare non si vede come sia possibile legittimare un’imposizione sui beni immobili che costituiscono per definizione la principale forma di risparmio dei cittadini italiani. L’imposizione di una tassa sul risparmio è in chiara antitesi con la tutela ad esso riconosciuta (in tutte le sue forme) dalla Costituzione, art. 47.

13419257_268922393462762_557235516461549796_nTrasporti pubblici gratuiti
Il costo per rendere gratuito il trasporto pubblico in Italia sarebbe compreso tra 1 e 2 miliardi di euro, una cifra recuperabile considerato i costi che andremmo ad evitare in futuro e destinando al progetto una parte del sovra-gettito derivante dall’aumento del prezzo dei carburanti.

Diritto di Udienza In passato si sono verificati casi in Italia di persone decedute nell’attesa di essere ricevute dai personaggi politici, perché loro erano impegnati a “fare cose altrove. Noi pensiamo che la vita dei cittadini venga prima di qualsiasi questione, per questo motivo si propone un capo d’accusa per i politici che ignorano chi ha bisogno di un’udienza urgente, il cui ascolto è un caso di vita o di morte.

Laicità Totale La laicità è il concetto di una Democrazia secondo cui tutte le religioni meritano lo stesso trattamento di fronte alla legge, senza privilegi alcuni. In Italia ciò non avviene. Viviamo infatti in una situazione di “laicità parziale”, solo dove alcune religioni, privilegiate, hanno accesso a riconoscimenti. Quello che propone Democrazia Verde è estendere l’8xMille a tutte le religioni o pensieri filosofici religiosi che ne facciano richiesta, tranne nei casi in cui, come afferma l’articolo 19 della Costituzione, non si tratti di riti contrari al buon costume.

Giardini Botanici per Piante Autoctone Proponiamo l’obbligo per i comuni  di installare giardini botanici o vivai per la conservazione di piante autoctone rare e/o tipiche in base alla località; e di utilizzare nel verde urbano piante autoctone e non aliene. Le specie aliene potranno essere utilizzate solo per ragioni di pubblica sicurezza – si pensi alle specie di alberi che servono a “compattare” il terreno.


(torna su)





INTERNET
MEDIA
INFORMAZIONE

 Internet a banda larga come Diritto Costituzionale del Cittadino L’ONU ha recentemente approvato una risoluzione a difesa delle libertà e dei diritti digitali, dimostrando come la rete sia un diritto fondamentale e uno strumento aperto a tutte le popolazioni del mondo, che dovrebbero avere gli stessi diritti in Rete che nella vita offline. Paesi come la Finandia e l’Estonia già da una decina d’anni hanno reso internet gratuito, oltre ad aver incentivato l’installazione di aree wi-fi e di fibra ottica.
Utilizzare le frequenze liberate per l’internet gratuito Dopo il passaggio al digitale terrestre molte frequenze radio (fra i 750 e gli 850 MHz circa) sono rimaste inutilizzate diventando così disponibili per portare internet a banda larga su di un’area più estesa, in particolare nelle zone difficili da raggiungere con gli attuali sistemi di telecomunicazione utilizati (come le montagne).

Eliminazione del “burocratese” È dimostrato che il linguaggio difficile e poco comprensibile usato nella burocrazia italiana non serve assolutamente a nulla, se non a creare confusione. Una confusione utile e necessaria al sistema. Riguardo al “burocratese” il saggio di politica La deriva, pubblicato nel 2008 da Rizzoli, a pagina 44 afferma: «In ballo non c’è solo il fastidio ‘letterario’ verso oscenità come l”obliterazione del titolo di viaggio’ o l”impossidenza del diritto irrefragabile’. C’è di più. A prescindere che siano al governo la sinistra o la destra, è in ballo l’essenza stessa della democrazia. Perché, come ha spiegato lo stesso Bassanini, ‘il linguaggio astruso è uno strumento di potere per mantenere il cittadino in stato di inferiorità.’ L’oscurità è Potere. Rendere incomprensibile una frase è affermare il proprio Potere. Detenere l’interpretazione autentica d’un comma complicatissimo è Potere. Il rifiuto di farsi capire è Potere. Fottersene del giudizio altrui è Potere.»

astroturfingCondannare l’astroturfing Esistono figure pagate per impersonificare persone inesistenti per modificare l’opinione pubblica sui social media e sui vari siti web; queste figure si chiamo astroturfer. La loro esistenza non è riconosciuta ufficialmente in Italia, al contrario, in Canada, Australia, UK e USA questa attività viene considerata un cyber-crime (un crimine cibernetico), e vi sono già state diverse operazioni sotto copertura come l’Operation Clean Turf che ha portato alla luce l’esistenza di ben 19 compagnie, che utilizzavano questa tecnica; dalle finte recensioni dei prodotti alla propaganda politica in vista di elezioni o referendum. In Italia questa attività viene utilizzata alla luce del sole dal Partito Democratico e la stessa Unione Europea ne usufruisce per contrastare l’euroscetticismo, come ha scoperto il giornale inglese The Telegraph. L’astroturfing, che segnala una pessima disposizione alla democrazia, di alcune posizioni politiche, secondo Democrazia Verde deve essere considerata illecita e punibile per legge.


(torna su)





GIUSTIZIA, SICUREZZA
LOTTA ALLA CRIMINALITÀ

 Piduisti fuori dal Parlamento Già nel 1981 Pertini gridava a gran voce la necessità di espellere i piduisti dal parlamento, ma tutt’oggi molte di queste persone sono ancora ramificate all’interno della politica italiana. La necessità che le logge massoniche e le sette segrete siano sradicate dalla struttura politica è fondamentale per il funzionamento della Democrazia.

Elenchi INPS Online Ogni anno le pensioni di invalidità erogate dall’INPS costano oltre 16 miliardi di euro ai contribuenti, e secondo le statistiche almeno 20% dei 2,7 milioni ricettori sono “falsi invalidi”Democrazia Verde intende eliminare la piaga delle false pensioni di invalidità, sia per rispetto dei veri invalidi, sia in rispetto della Democrazia stessa.

Abolire Legge Fornero e Jobs Act Stralcio immediato delle riforme sul lavoro, sui trattamenti pensionistici, sulla formazione così come stabilito dalla Legge Fornero e Jobs Act, fortemente voluti dalla Commissione Europea, così come attestato dai continui richiami e missive inviate ai vari governi a partire dal 2003 (legge Biagi).

Reintroduzione della Forestale e costituzionalizzazione delle forze dell’ordine italiane storiche Se il processo di polizia europea è rallentato è anche grazie alle nazioni come la nostra che hanno due o più tipi di forze dell’ordine. Da tempo si tenta di sopprimere alcuni dei nostri corpi e per ora ci sono riusciti solo con la forestale. Un domani potrebbe esserci il rischio che la commissione europea indichi con quale mezzi dovranno essere dotate le forze dell’ordine e con quali no. Considerando che è un continuo tagliare e ritagliare, potremmo finire con la polizia privata nelle carceri come avviene negli USA. Si rifletta che Grattieri, uno dei magistrati esperti in N’drangheta, ha affermato che i sistemi legislativi europei ed i loro mezzi sono di gran lunga inferiori a quelli italiani. In pochi sanno che molti mafiosi vengono arrestati all’estero dalle forze dell’ordine e grazie la magistratura italiana.

(torna su)




SANITÀ E RICERCA

 

« Il dottore del futuro non darà medicine, ma invece motiverà i suoi pazienti ad avere cura del proprio corpo, alla dieta, ed alla causa e prevenzione della malattia. » ― Thomas Edison

 

Sostanziosi incentivi alla Sanità e la Ricerca Il nostro paese, insieme a alla Grecia e al Portogallo, è al di sotto della media europea per quanto concerne la qualità e l’efficienza della sanità pubblica; è quanto si legge nel rapporto Meridiano Sanità elaborato da The European House. È necessario tornare ad investire nella sanità e farla tornare ad essere una delle migliori al mondo: nel 1997 era considerata dall’OMS come la seconda migliore al mondo. Oggi, con il “cappio” dell’eurozona, secondo il rapporto 2014 del Commonwealth Fund, non siamo nemmeno tra i primi undici.

OSIS – Organo di Sorveglianza Intraprofessionale Salvavite Secondo i dati ISTAT/CENSIS, in Italia almeno 100.000 persone muoiono ogni anno per inefficienza della Sanità ed errori medici evitabili. Democrazia Verde propone di creare un organo di sorveglianza con il compito di esaminare gli eventuali errori diagnostici, di malapratica e di incompetenza: l’OSIS. Questa commissione di esperti, super partes, alla quarta segnalazione di uno degli errori sopracitati, verranno convocati gli interessati, e giudicheranno i casi specifici decidendo se tale professionista possa proseguire nella pratica, se vada sottoposto a un perfezionamento, sospeso per evidente incompetenza o ancora spostato di mansione.

Ospedali Preventivi I medici si dovrebbero occupare non solo delle persone malate ma anche qi quelle sane, cercando di trovare eventuali patologie, consigliare cure e promuovere campagne di prevenzione; proprio per queste azioni i medici dovrebbero essere premiati. In Cina il medico cerca dei ‘punti deboli’ che potrebbero diventare eventuali malattie; sottopone i pazienti ad agopuntura, dà delle erbe e corregge la dieta per riequilibrare l’organismo. Terminate queste operazioni, viene il compenso. Al medico cinese conviene che la gente stia bene, perché solo quelli che sono in salute pagano, gli ammalati non consistono in alcun guadagno – se avvenisse che vi fossero troppi malati, il medico andrebbe in rovina. In Italia avviene proprio il contrario: più malati vi sono più il medico è rispettato, e più vi è un guadagno. Quello che propone Democrazia Verde è di rivoluzionare il nostro sistema sanitario, creando Ospedali Preventivi, prendendo come esempio il Plant-Based Medical Center di Washington: il primo ospedale che forma medici e pazienti sulla prevenzione e la cura di malattie croniche e alimentari. Lo scopo è di migliorare la vita dei pazienti affetti anche da malattie più gravi come l’Alzheimer, il tutto concentrandosi sul rispetto di se stessi attraverso un’alimentazione sana e equilibrata associata a un’attività fisica giornaliera.

Sostituire la sperimentazione animale con le alternative disponibili Anche noi di Democrazia Verde speriamo che venga trovata la cura per il cancro, per il Parkinson, persino per un semplice mal di testa, tuttavia ritenere che la vivisezione sia l’unico modo per raggiungere questi obiettivi significa sottovalutare le potenzialità della scienza e del progresso tecnologico. Esistono valide alternative alla vivisezione che potremmo incentivare con i fondi che tutt’ora sono destinati ad essa. I test su animali ostacolano l’impiego di sostanze e di tecniche realmente valide alla sperimentazione. Per approfondimento vedasi questo video.

Mensa Vegetale per Dipendenti Pubblici In Germania il ministro dell’ambiente Barbara Hendricks ha tolto dal menù dei suoi dipendenti la carne e il pesce, dichiarando: «Non vogliamo dire alle persone cosa devono o non devono mangiare. Ma vogliamo contribuire alla protezione dell’ambiente con un buon esempio, perché il cibo vegetariano è migliore per il clima rispetto a carne e pesce». Democrazia Verde intende attuare una analoga “politica alimentare” inserendo menù vegetali per tutti i dipendenti del settore pubblico.

Mensa Vegetale per Carcerati Per farla breve, riprendiamo le parole dell’attivista dei diritti animali Gary Yourofosky, il quale ha affermato:
«Ci sono casi in cui le persone sono senza dubbio colpevoli, di stupro, pedofilia e omicidio. Tenerli in vita 20-30-40-50 anni e uccidere migliaia di animali innocenti per nutrirli, questa è una posizione completamente folle.» Noi di DV condividiamo la posizione di Gary e, visto e considerato che la scienza ha ampiamente dimostrato che l’alimentazione vegetale, effettuata nel modo giusto, non apporta nessun danno al fisico, vogliamo introdurre la mensa vegetale obbligatoria all’interno delle carceri.


(torna su)




INVESTIMENTI
INVENZIONI INNOVATIVE

Canapa industriale Nel 1940 l’Italia produceva più canapa di quanto se ne produce oggi in tutto il mondo: 90mila ettari del proprio territorio contro gli 85mila al livello globale. Con le materie prime della canapa si possono produrre, in modo pulito e conveniente, tessuti, carta, plastiche, vernici, combustibili, materiali per l’edilizia ed anche un olio alimentare di altissima qualità. L’intensità di lavoro richiesta dalla coltivazione, e soprattutto l’arrivo di più economiche fibre sintetiche dagli Stati Uniti, come il nylon, hanno portato ad abbandonare la coltivazione della canapa da fibra. Democrazia Verde propone solidi investimenti nel settore della canapa industriale per tornare ad essere i primi al mondo in produzione ed esportazione del prodotto. La canapa può essere differentemente impiegata, pensiamo al caso della Hemp Body Car, progettato e ultimato nel 1937 da Henry Ford. Auto realizzata con materiale plastico ottenuto dai semi di soia e da canapa, alimentata inoltre da etanolo di canapa – dalla raffinazione dei semi della pianta si ottiene il carburante. L’autovettura in questione risulta più leggera, ma anche più resistente delle normali carrozzerie di metallo.

Bioscanner Il bioscanner è un’invenzione geniale dell’italiano Clarbruno Vedruccio capace di rilevare tumori senza operazioni invasive. Democrazia Verde ritiene che questa rivoluzionaria tecnologia dovrebbe essere presente in tutti gli ospedali.

ZAP – Prodotti Animali Alternativi Negli ultimi anni, nei più avanzati laboratori del pianeta, sono nate molte soluzioni salutari ed ecologiche ai prodotti di origine animale. Queste soluzioni si basano su colture di cellule animali, prevelate tramite una biopsia indolore, controllate nel corso della loro “crescita”, quindi più salubri dei prodotti animali presenti sugli scaffali oggi (ad esempio non contengono antibiotici e ormoni). Alcuni esempi: la carne di pollo della Modern Agriculture Foundation, la carne della Impossible Foods, di Beyond Meat, di SuperMeat e le uova della Hampton Creek.

Cannabis per scopo terapeutico La California è stato il primo stato americano a legalizzare la marijuana per uso terapeutico, già nel 1996. La sostanza può servire ad alleviare dolori legati a patologie croniche e neoplastiche. L’introduzione di questa legge ha permesso l’apertura di numerosi centri autorizzati di produzione di cannabis, centri specifici di trattamento e strutture parafarmaceutiche di distribuzione. Attualmente negli Stati Uniti sono venti gli stati, oltre al District of Columbia, ad aver legalizzato l’uso di cannabis per scopi medici. Anche in Europa sono diversi gli stati ad aver consentito questo tipo di utilizzo: Germania, Belgio, Svizzera e Gran Bretagna.

Carne vegetale e derivati vegetali Sono molte le aziende che negli ultimi anni hanno iniziato a produrre alimenti vegetali che possiedono il medesimo sapore dei prodotti solitamente di orgine animali. Democrazia Verde ritiene che sia importante investire nella produzione vegetale, per etica nei confronti dell’ambiente, di noi stessi e degli altri esseri viventi.


(torna su)




DIFESA E POLITICA ESTERA

13312689_263930093961992_5005256061168536069_nUscita dalla NATO Uscendo dalla Nato, l’Italia si sgancerebbe da una strategia di guerra permanente, che viola la nostra Costituzione, in particolare l’Articolo 11, danneggiando i nostri interessi. L’appartenenza alla NATO priva la Repubblica italiana della capacità di effettuare scelte autonome di politica estera e militare, che potrebbero essere decise democraticamente, seguendo effettivamente i principi costituzionali. Si rifletta che la più alta carica militare della NATO, quella di Comandante supremo alleato in Europa, spetta a un generale statunitense nominato direttamente dal presidente degli Stati uniti; inoltre gli altri comandi chiave della NATO sono affidati ad alti ufficiali statunitensi. La NATO è perciò, di fatto, sotto il comando degli Stati Uniti, che ne fanno uso per i loro fini militari, politici ed economici.

« Non abitiamo in una nazione, abitiamo in una lingua. » ― Emil Cioran

13428452_269217556766579_5809071827842124755_nInterlingua nelle Scuole L’interlingua fonde italiano, spagnolo, portoghese, francese e inglese in un’unica lingua, e si può apprendere facilmente nel giro di quattro mesi. Nata da un progetto degli anni 50 di diversi scienziati, matematici e linguisti porta chiunque legga un testo in questa lingua a comprendere facilmente il 90% di ciò che ha letto, poiché la sua struttura è stata creata appositamente per essere facilmente comprensibile a tutti. Democrazia Verde intende creare un trattato internazionale in accomunanza con altri Paesi per inserire l’interlingua come materia facoltativa nelle scuole.


Piano di Sviluppo per l’Africa
Attualmente 880 milioni di persone nel mondo non hanno accesso all’acqua potabile. Ogni anno, 3.4 milioni persone perdono la vita a causa di questa mancanza, causa di malattie spesso facili al contagio. L’architetto italiano Arturo Vittori ha sviluppato una tecnologia che può produrre acqua dall’aria: il Warka Water. Si parla di una struttura ecosostenibile dal costo di 500 dollari che produce 100 litri di acqua al giorno. L’Università di Pavia invece ha ideato l’Awa Modula, che arriva a produrre fino a 10.000 litri d’acqua al giorno.  Risolvere il problema dell’approvigionamento dell’acqua potabile dovrebbe essere una priorità per qualsiasi Stato o partito politico nonostante le proprie differenze. L’introduzione e il finanziamento di progetti “air to water to air” è solo una delle proposte con cui Democrazia Verde intende sostenere uno sviluppo effettivo del Terzo Mondo.

Interrompere Conflitto Israele-Palestinese Come diceva Nelson Mandela “Sappiamo fin troppo bene che la nostra libertà è incompleta senza la libertà dei palestinesi”. Democrazia Verde si oppone all’Apartheid commesso dallo stato di Israele nei confronti della popolazione di Gaza e Cisgiordania. Fintanto che Israele non deciderà di abbattere il muro, o con la soluzione dei due Stati o creando uno Stato unico, l’Italia, in coerenza con la piena applicazione dell’Articolo 11 della Costituzione della Repubblica Italiana (il ripudio della guerra come strumento di risoluzione dei conflitti dei popoli) e dell’Art. 1 della legge 185/90 (che vieta l’esportazione di armamenti verso i paesi in stato di conflitto armato), non dovrà più contribuire al finanziamento di alcuna forma di guerra, e in questo caso del conflitto Israele-Palestinese.

Asilo Politico alle Vittime d’Infibulazione Nei Paesi in cui la mutilazione genitale femminile è stata riconosciuta come illegale; ciò induce molte donne a negare di aver subito tali pratiche per paura di essere perseguitate. Nel nord del Ghana, dopo la criminalizzazione di tale atto, si è verificato un notevole aumento di donne (tra i 15 e i 40 anni) che negano di averle mai subite. Questa orribile tortura, che conta un totale di 125 milioni di vittime (dati UNICEF), nella maggioranza bambine, deve essere evitata con tutti i mezzi. DV propone quindi di offrire asilo politico alle vittime di mutilazione genitale femminile e potenziali vitttime.


(torna su)





PENSIONI

Abolire la Riforma Fornero Qualunque sia l’esito dell’EULTIMATUM, lo Stato italiano non avrebbe bisogno di reperire nuovi fondi tagliandoli da un servizio come in questo caso le pensioni. In ogni caso, l’età pensionabile deve essere vista come una condizione di vita dignitosa che lo stato assicura al cittadino una volta che esso non sia più in grado di lavorare.

Pensioni alzate fino a 1000 euro Quasi un pensionato su due percepisce un assegno inferiore ai 1.000 euro, mentre il 14,4% (2,4 milioni di persone) è sotto i 500 euro. Portare le pensioni minimi a mille euro avrebbe un costo di circa 55/60 milioni di euro annui; questa iniziativa non consiste in una forma di demagogia, ma in un strumento di rilancio dell’economia e di giustizia sociale.

Tetto massimo per Pensioni d’Oro In Italia sono 100.000 i “super-pensionati” che, a causa di una legislazione “classista”, pesano ben 13 miliardi d’euro all’anno allo Stato. DV ritiene che, in uno stato democratico, si debba stabilire un tetto massimo di 3.500 euro mensili, una procedura che, secondo le stime, farebbe risparmiare all’INPS almeno 8 miliardi d’euro l’anno.

 


(torna su)





IMMIGRAZIONE

« Tendiamo a prendere i nostri immigrati dal meglio dei poveri del mondo. Facciamo del male alle persone povere del mondo, perché prendiamo i più energici, spesso i più istruiti, certamente i più insoddisfatti, che se non fossero immigrati sarebbero stati gli agenti per il cambiamento  per migliorare la maggioranza delle persone in questi Paesi. I veri eroi nel campo umanitario sono le persone che hanno i mezzi per immigrare in un altro Paese ma invece rimangono nelle loro terre per applicare le loro capacità per aiutare i propri connazionali. Sfortunatamente il nostro sistema migratorio tende a invogliare questo tipo di persone ad abbandonare i loro connazionali.  L’immigrazione non potrà mai essere un mezzo positivo per affrontare la situazione di sofferenza nel mondo. Devono essere aiutati là dove vivono. Il 99.9% di loro non sarà mai in grado di immigrare in una nazione ricca. Non c’è speranza per questo. »
Roy Beck, esperto di immigrazione

L’immigrazione è un “danno” e una “risorsa“. È un danno in un Paese con un alto tasso di disoccupazione, perché fa alzare questo tasso, dando maggiore potere contrattuale a datori di lavoro e multinazionali, che trovando maggiore offerta di lavoro possono permettersi di abbassare gli stipendi, aumentare le ore, rimuovere diritti ed avere sempre e comunque qualcuno disposto a lavorare per loro. E’ una risorsa quando un Paese presenta una situazione di piena e buona occupazione, dove chi cerca lavoro lo trova subito, perché i cittadini producono più ricchezza di quanto ne consumano singolarmente, ovvero un Paese è forte quando è dotato di molti cittadini.

Il giornalista Roy Beck, esperto di immigrazione che ha ricevuto gli onori dall’Agenzia per la protezione dell’ambiente e dalla Izaak Walton League, spiega in questo video di cui consigliamo la visione come le “politiche di accoglienza” non possano essere la soluzione definitiva ai flussi migratori. Servono soluzioni reali ed efficaci, che permettano a chi venga in Italia il diritto di non dover abbandonare la propria famiglia e la terra in cui sono nati.

Regolamentare l’Immigrazione Politiche nazionaliste di chiusura delle frontiere, come propone l’estrema destra, non possono funzionare mai efficacemente. Ricordiamoci che l’Italia è una penisola ed è circondata dal 90% da coste. Non possiamo mettere muri in mare, e anche se fosse possibile utilizzare strumenti come Mare Nostrum in modo efficace ciò sarebbe un enorme dispendio inutile per lo Stato.

Eliminare la Concorrenza Sleale Uno dei motivi per cui gli imprenditori dei Paesi del Terzo Mondo non riescono ad avere attività fiorenti è perché l’Unione Europea effettua una concorrenza sleale verso questi Paesi. Queste politiche vengono fatte dall’UE solo per garantire dei profitti alle industrie occidentali, ma danneggia profondamente l’economia dei Paesi in via di sviluppo, che si trovano costretti ad esportare i prodotti locali all’occidente a prezzi irrisori. Finché l’economia di questi Paesi continuerà a rimanere “bloccata”, l’immigrazione continuerà a sussistere, e probabilmente aumenterà sempre più. Per questo motivo Democrazia Verde si impegnerà a migliorare la condizione dei Paesi sottosviluppati, sia attuando politiche commerciali favorevoli, sia attuando piani di sviluppo e di collaborazione.

Accoglienza dei Profughi I profughi che provengono da zone di guerra o di calamità naturale saranno differenziati dai clandestini economici, e saranno integrati nel Programma di Lavoro Garantito. L’immigrazione tornerà ad essere ciò che deve essere: Lo strumento per fornire lo Stato italiano della forza lavoro necessaria all’economia e al benessere di tutti.

Esportazioni di Tecnologie Umanitarie Saranno incentivate ed esportate invenzioni come il Warka Water, dell’architetto italiano Arturo Vittori, capace di produrre dall’aria oltre 100 litri d’acqua potabile al mese, di vitale importanza per le popolazioni vittime della siccità.

Competenze per Scambi Territoriali Il nostro Paese inviterà professionisti pienamente qualicati ma in pensione (medici, insegnanti, ingegneri, infermieri, commercialisti, economisti per l’interesse pubblico, etc.) ad assumere delle posizioni nel Paese aiutato, in cambio sia di uno stipendio con la valuta locale sia dell’assegnazione gratuita di porzioni di terreno atto alla residenza.

 

 

 

 

 


(torna su)




PARITA’ DI DIRITTI

 

« Tutti i cittadini sono eguali davanti alla legge. E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese. »
Articolo 3 della Costituzione Italiana

Eliminare la Differenza Salariale di Genere Le aziende dovranno stilare relazioni sulle retribuzioni e piani per riequilibrare le disparità retributive tra i sessi attraverso un programma che sarà disponibile dal Ministero delle pari Opportunità chiamato “Equos”, con una doppia funzionalità: quella di fornire al lavoratore un criterio di valutazione del proprio salario e di ricevere i resoconti degli stipendi dati da parte delle varie società.

Eliminazione della discrepanza occupazionale tra uomini e donne Il trattamento riguardo al lavoro non deve subire nessuna discriminazione in base al genere sessuale, cosa che sembra non accadere affatto in Italia. Questa problematica è risolvibile grazie al Programma di Lavoro Garantito (vedi “Economia”).

Eliminare le quote rosa La meritocrazia deve funzionare sul merito, non sull’assegnazione sessista coatta. Le suffragette in passato hanno lottato per pari diritti politici tra uomini e donne, e tra questi rientra anche l’eventualità di un Parlamento di sole donne, se esse sono le persone più adatte di tutto il Paese ad occupare quei ruoli.


(torna su)




ANIMALISMO

« La grandezza di una Nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui vengono trattati i suoi animali. »
― Mahatma Gandhi

Democrazia Verde vuole creare un Ministero degli Animali“, che prenderà parte delle competenze del Ministero dell’Ambiente e del Ministero della Sanità (ministeri che tutt’ora si occupano anche, in modo parziale, del benessere degli animali). Tale ministero sarà incentrato sul benessere e la salvaguardia delle specie sul suolo italiano.

Sostituire la sperimentazione animale con le alternative disponibili Anche noi di Democrazia Verde speriamo che venga trovata la cura per il cancro, per il Parkinson, persino per un semplice mal di testa, tuttavia ritenere che la vivisezione sia l’unico modo per raggiungere questi obiettivi significa sottovalutare le potenzialità della scienza e del progresso tecnologiche. Esistono valide alternative alla vivisezione che potremmo incentivare con i fondi destinati alla vivisezione; i test su animali ostacolano l’impiego di sostanze e di tecniche realmente valide alla sperimentazione. Per approfondimento vedasi questo video.

Abolire Allevamenti Intensivi Moltissime e sempre più frequenti sono le malattie del benessere legate ad un’alimentazione ricca di carne e derivati e povera di frutta e verdura, lontana anni luce dalla vera dieta mediterranea, cioè una dieta a base vegetale con un utilizzo sporadico di carne e derivati. Gli allevamenti intensivi, inoltre, causano l’antibiotico-resistenza, e per questo sono una seria minaccia per l’intera salute pubblica. I batteri degli animali possono trasferirsi ai consumatori. Più del 70% degli antibiotici prodotti nel mondo finisce negli allevamenti intensivi.

13335846_263379184017083_7048795648666190207_nProvvedimenti per il Randagismo La legge 281 del 1991 promuove e disciplina la tutela degli animali randagi, ma questa legge non viene applicata. DV intende attuare una sterilizzazione di massa per tutti i cani e gatti randagi che vagano nelle città italiane. Intende inoltre disporre dei distributori di cibo, che seguendo il fenomeno del ‘reverse vending’, in cambio di bottiglie di plastica cani e gatti ricevono acqua e cibo, come già stato attuato in Turchia; il costo degli alimenti è quindi coperto dal riciclo.

Abolire la macellazione senza stordimento La macellazione rituale prevede che l’animale soffra durante il sacrificio, altrimenti il sacrificio non è da considerarsi valido; ad oggi tale pratica viene permessa dall’Unione Europea per questioni di libertà religiosa. Questa pratica barbara dev’essere eliminata, dacché in contrasto con la legislazione italiana che non permette tali procedure nel resto degli allevamenti. Altri stati che hanno deciso di abolire la macellazione senza stordimento a scopo religioso sono la Svizzera, il Lussemburgo e la Norvegia.

Stop Esportazioni Animali Vivi Extra-UE Dodici Stati Membri hanno approvato il trasporto di animali vivi verso la Turchia, con prevede lunghi viaggi senza possibilità di accesso a cibo ed acqua, inoltre si possono presentare grossi ritardi alla frontiera. Crediamo che sia necessario un divieto totale delle esportazioni dall’Unione Europea verso Paesi extra UE per porre fine alla sofferenza ingiustificata di milioni di animali ogni anno. Finché il divieto non entrerà in vigore, è necessario agire velocemente per evitare che i Paesi europei approvino esportazioni di animali vivi verso la Turchia.

abolire-i-circhi-con-sfruttamento-animaleAbolire Circhi con Sfruttamento Animale Animali spesso appartenenti a specie esotiche in via d’estinzione vengono ancora costretti a fare spettacoli per un pubblico pagante e a vivere in condizioni contrarie alla loro natura. In Italia non esistono restrizioni quantitative o di specie di animali nei circhi, i quali possono contare anche su finanziamenti pubblici – milioni erogati ogni anno dal Ministero dei Beni Culturali, Spettacolo e Turismo. Il rapporto EUROSPES 2015 rileva che il 68,3% degli italiani sia contrario all’uso degli animali nei circhi. Perciò proponiamo di abrogare la legge n.337 del 1968 ‘Disposizioni sui circhi equestri e sullo spettacolo viaggiante’, e di introdurre il divieto di sfruttamento così come hanno già provveduto Austria, Belgio, Croazia, Rep. Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Grecia, Malta, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Regno Unito, Portogallo e Olanda.

reato-penale-per-animal-crushPene più severe per il maltrattamento di animali, zooerastia e Animal Crush L’Animal Crush è una perversione sessuale che consiste nel torturare gli animali schiacciandoli con i piedi o con i tacchi a spillo. La zooerastia, in qualsiasi sua applicazione, è una pratica barbara che dev’essere condannata, così come tutte le forme di maltrattamento di esseri innocenti per scopo ludico. Questa è una delle molteplici questioni di cui UE rifiuta di occuparsene, ma l’Italia deve introdurre delle condanne, in analogia alla Svezia, alla Germania, alla Francia e alla Gran Bretagna.

Riconoscere gli animali come Creature Senzienti Il 7 luglio 2012 un importantissimo gruppo di neuroscienziati cognitivi, neurofarmacologici, neurofisiologici, neuroanatomisti e neuroscienziati computazionali dell’Università di Cambridge hanno rilasciato la Dichiarazione di Cambridge sulla Coscienza”, siglata da Stephen Hawking, che dichiara ufficialmente a livello scientifico che gli animali sono creature senzienti dotate di coscienza. DV propone di applicare l’Animal Welfare Amendment Bill come in Nuova Zelanda e riconoscere l’oggetto di tale dichiarazione a livello legale.

Chiudere gli Zoo Gli animali sviluppano comportamenti nevrotici indicati col termine “zoochosis”, camminano avanti e indietro, dondolano da una parte all’altra, mangiano i propri escrementi, leccano continuamente o mordono le sbarre, fino agli estremi dell’automutilazione. I giardini zoologici non assolvono alcuna funzione informativa, educativa, ecologica, poiché mostrano animali denaturati dalla cattività, sofferenti, con turbe comportamentali, raccolti confusamente insieme in uno stesso luogo pur provenendo dalle più diverse latitudini, climi, ecosistemi. Finito il periodo coloniale lo zoo iniziò a perdere la sua storica identità (ossia meravigliare la morbosa curiosità del visitatore, in genere a pagamento) ed iniziò un declino inesorabile. Tutto ciò viene anche sostenuto attraverso finanziamenti comunali. Democrazia Verde propone la chiusura di queste strutture a livello nazionale, trasferendo, dove possibile, gli animali in rifugi specifici sul suolo italiano o possibilmente in luoghi più consoni alla loro natura.

Abolire la Caccia alla Volpe Il 18 febbraio del 2005 è entrato in vigore nel Regno Unito, il paese più famoso al mondo per questa triste tradizione, il divieto della caccia alla volpe; divieto approvato dal parlamento inglese nel novembre antecedente. In Italia la caccia di questo animale, non troppo dissimili dai cani domestici, è ancora legale. Caccia non finalizzata al consumo di carne, ma a solo scopo agonistico, e nel tal caso di trofeo.

Divieto di produzione e importazione di pellicce animali Secondo un recente studio dell’Eurispes, oltre il 90% dei cittadini italiani è contrario a questo ‘capo di lusso’, e si esprime favorevolmente al divieto di allevamento di animali destinati a tale scopo. Fortunatamente già molti produttori di abiti, come Armani, la seconda impresa italiana per reputazione al mondo, hanno deciso di abolire le pellicce dalle loro collezioni, ma DV intende rimuovere completamente questa crudeltà sul suolo italiano.

Chiusura dei Delfinari Nell’UE su 28 Paesi 13 non autorizzano lo sfruttamento dei delfini per scopo di lucro. Purtroppo l’Italia non è tra questi, che conta circa 25 delfini detenuti nei delfinari. Un delfino in natura ha una speranza di vita di 50 anni, ma nei delfinari raggiunge difficilemnte i 20. Dato l’alto tasso di mortalità i delfinari ricorrono alla caccia di esemplari presenti in natura. Dietro ogni singola cattura si cela la mortalità di altri individui, danneggiando il gruppo originario, i cui legami sono molto solidi. Tra il 1979 e il 2008 sono stati importati nell’UE circa 285 cetacei vivi. L’Italia deve rendersi conto che queste pratiche sono insostenibili.

(torna su)


(torna su)





TURISMO

L’Italia possiede il maggior numero di siti riconosciuti dall’UNESCO, e potrebbe vivere di rendita solo grazie al settore terziario, ma questa possibilità al momento non viene sfruttata. Democrazia Verde ritiene che l’Italia debba valorizzare il proprio patriomonio artistico e culturale sia per rendere le richezze nazionali mete mondiali, sia per risvegliare e coltivare nei cittadini l’amore verso le bellezze della nostra terra.

Ristrutturazione e agibilità dei castelli medievali abbandonati Seguendo la realtà locale del Gruppo Storico Romano, che attua una rievocazione storica per quanto concerne l’Antica Roma, Democrazia Verde, con il fine di valorizzare i nostri beni artistici trascurati, propone per quelli appartenenti al periodo Medievale, di valorizzarne i castelli. Tra i luoghi abbandonati vi sono per esempio La Rocca di Ripafratta (PI), castello medievale oramai diruto. Come primo passo, Democrazia Verde intende ristrutturare questi castelli utilizzandoli per visite guidate.


(torna su)




TAGLI ALLA CASTA

Modifiazione del meccanismo dell’8xMille L’8xMille è un meccanismo iniquo in contrasto con la parità delle religioni di fronte allo Stato, perchè, nella dichiarazioni dei redditi, il non-optato viene ripartito secondo le preferenze date nell’optato. DV propone che questo meccanismo venga modificato in modo tale da assegnare l’8xMille esclusivamente tramite le preferenze optate dai cittadini.

13319969_262947950726873_8349796343166211766_nAbolire i Senatori a Vita I Senatori a Vita esistono soltanto nel Burundi, nel Paraguay, nel Congo, in Ruanda e in Italia. Tralasciando la situazione politica instabile dei Paesi del Terzo Mondo, in Italia questa attività permette la permanenza di personalità all’interno della politica italiana, a prescindere dalle loro competenze, dai loro meriti o dalle loro abilità. Questa figura comporta un privilegio che rende immune e superiore alla legge una persona nominata arbitrariamente dal Presidente della Repubblica per questo Democrazia Verde l’abolizione dei Senatori a Vita.