STOP AI TRASPORTI A LUNGA DISTANZA

Ogni anno almeno un miliardo di pollame e 37 milioni di bovini, suini, pecore, capre ed equini sono trasportati attraverso le frontiere all’interno della UE e verso Paesi terzi.

Gli animali vengono trasportati molto spesso per lunghe distanze, in viaggi che possono durare anche alcuni giorni prima di raggiungere la loro destinazione finale. E nessuno viene risparmiato: animali malati, oppure troppo giovani, vacche e pecore gravide che magari si trovano in difficoltà o a partorire durante il viaggio.

Questa nel video è l’ultima investigazione di AWF | TBS Zürich, realizzata con il supporto di Eyes on Animals e diffuse in esclusiva in Italia da CIWF. Le immagini denunciano la sistematica violazione del Regolamento europeo sul trasporto: vitelli e agnelli non svezzati viaggiano ben oltre le 8 ore, (a volte per giornate intere), senza essere nutriti adeguatamente.  E purtroppo l’Italia è pesantemente coinvolta, essendo il terzo importatore di vitelli e il primo importatore di agnelli in UE.

14680509_1232113016810920_6672657919131111113_n

E’ scientificamente dimostrato che dopo 8 ore gli animali iniziano a non reggere più lo stress e le condizioni del viaggio. Per questo DV vuole che i trasporti a lunga distanza vengano vietati e che sia fatta una revisione del regolamento europeo sul trasporto con l’introduzione del limite di 8 ore ai trasporti di animali vivi. Fai sentire la tua voce. Fermiamo il trasporto su lunga distanza di animali vivi.

Inoltre, il 29 agosto, giorno in cui ricorre il ventennale della tragedia che ha visto 70.000 pecore morire bruciate a bordo della nave che le trasportava dall’Australia in Giordania, è stata indetta la giornata di mobilitazione mondiale contro i trasporti di animali vivi.

Sostieni Democrazia Verde affinché queste atrocità non si ripetano mai più! Perché gli animali non sono merce!


GUARDA ANCHE LE ALTRE PROPOSTE DI LEGGE ————> CLICCA QUI